Articoli Taggati ‘benessere’

scritto da su Collane, curiosità, pietre, proprietà

Nessun commento

I colori alla natura nascono dalla magia delle Fate, e tra di loro, anche dalla fatina Danae. Il verde dei prati, il rosso delle fragole, il giallo dei girasoli… Volando al di sopra dei boschi e dei prati, le Fate spargendo polvere magica su fiori, frutti e piante, donano loro le più fantastiche sfumature.
Se qualcuno passeggiasse nei boschi, mentre le Fate stanno colorando la natura e casualmente venisse cosparso della loro polvere magica, ad egli toccherà meravigliosa sorte e felicità…

Guardando la mia creazione appena ultimata ho pensato di darle il nome di questa Fata , appunto perché costituita da pietre dure dai molteplici colori, mescolate tra loro e volte a formare un pendente che impreziosisce la collana.
In verità si tratta di una sola pietra, il diaspro multicolore, così chiamato perché varia dal color ocra, al marrone, al giallo, al verde, al nero.
Il diaspro rinforza il fegato, la vescica ed i reni. E’ un potente terapeutico, protegge dalle malattie e si ha il maggiore impatto sul corpo fisico, che n’è rafforzato. Regola la guarigione del sistema gastrico e dona equilibrio al sistema endocrino.
E’ inoltre indicato a coloro che hanno difficoltà ad assimilare il ferro.
Il diaspro è la pietra della stabilità, lo si può usare per ridurre l’insicurezza, timori, pensieri inquietanti, sensi di colpa. E’ anche un ottimo protettore dal pericolo di sentirsi troppo coinvolti emotivamente in relazioni con altre persone o cose che potrebbero nuocere.

scritto da su collana, curiosità, pietre, proprietà, significato delle gemme

La collana Calliope è costituita da pezzi di ossidiana fiocco di neve(dal classico colore nero con macchie che vanno dal grigio al bianco, dalla forma di un fiocco di neve, da qui il nome)incastonati nel filo in argento, intercalati con piccoli pezzi di quarzo rosa, anch’essi incastonati. la parte centrale è formata  da un pendente della stessa forma degli elementi che compongono la collana.IMG_1923   L’Ossidiana che viene prodotta per esplosione dai vulcani e che si trova in piccoli sassi sferici viene detta Lacrima di Apache. Il nome di queste pietre, proviene da una leggenda che narra che il Grande Spirito le fece scaturire dalle lacrime delle squaw indiane per la morte dei loro uomini al Bid Pacacho in Arizona.

Si dice che a chi le possiede portino una buona fortuna, infatti egli non avrà più da piangere in quanto le donne indiane hanno già versato le loro lacrime al posto suo.

La Lacrima di Apache oltre che come amuleto è molto usata per contrastare la negatività e proteggere da forze distruttive oppure per aiutare a perdonare e ad accettare il perdono.

L’ossidiana , se posta sulla pelle attenua molto rapidamente il dolore della zona. Riduce le tensioni e scioglie i blocchi energetici. Accellera la guarigione delle ferite, bloccando la perdita di sangue e stimola la rigenerazione dei tessuti. Messa sul sesto chakra dà una grande carica energetica. Posta sul ventre per qualche minuto aiuta lo stomaco e l’intestino a svolgere con regolarità le loro funzioni.

Per la psiche:

Già durante l’età della pietra si utilizzava l’ossidiana per produrre sonagli che venivano utilizzati per riti. Nell’antichità si credeva che essa fosse in grado di scacciare i demoni, nel medioevo veniva utilizzata nei riti magici. E’ quindi sempre stata utilizzata a scopi divinatori. Con l’ossidiana si diventa “guerrieri senza macchia” spiritualmente liberi ed invulnerabili. IMG_1928

 

scritto da su Collane, curiosità, proprietà, significato delle gemme

Nella terra dei miti e delle leggende, l’Ellade, in un bosco chiamato la Selva Purpurea viveva la fata Aglaia nome che in lingua dell’ellade significa Splendore, a cui piaceva circondarsi di profumati arbusti di rose, all’interno dei quali si potevano trovare pietre di rodonite.

La collana a cui ho dato il nome di questa fata è composta da un lungo filo in acciaio rivestito in caucciù trasparente su cui sono infilate piccole pietre in rodonite e quarzo rosa, e da un un grande pendente di taglio quadrato della stessa pietra, incastonato in una montatura in filo d’argento 925.

Il nome della pietra rodonite deriva dalla parola greca “rhodon” che significa “rosa”. Nelle vicinanze dei monti urali, si narra che le grandi aquile della zona mettono piccoli pezzi di rodonite nei loro nidi. E sempre i Russi hanno utilizzato ampiamente la rodonite per il sarcofago di zar e imperatori, inoltre a Pasqua, i bambini russi si scambiano uova di rodonite in gesto di amicizia.

La pietra rodonite è gemma che dona fiducia in se stessi partendo dalla fiducia nel proprio cuore, incoraggiando la responsabilità, la generosità e la cooperazione tra gli individui e la comunità.

Tale pietra conferisce potenzialità di apprendimento veloce e sviluppo personale,  aiutando a esprimere fiducia e amorevolezza sul piano fisico giorno per giorno con coloro che ci circondano, infondendo sempre calma e nutrendo costantemente l’anima attraverso il cuore, e l’amore.

La rodonite incoraggia le persone a trovare il modo di essere al servizio dell’umanità e contribuisce a disegnare sincronicità in questo obiettivo, può migliorare il potere in chi ha veramente intenzioni altruistiche.

Ottima pietra, la rodonite, per la disintossicazione e la depurazione del fegato, per il sistema nervoso e per ridurre il gonfiore e l’infiammazione degli occhi.

Questa pietra trova un ottimo impiego se associata ad attività come musicisti, operatori di pace, operatori di luce, e per coloro che lavorano nel settore dei servizi agli altri, visto la sua enorme potenzialità di mantenere l’armonia e il ritmo.

scritto da su curiosità, pietre, proprietà, significato delle gemme

Il Lapislazzulo ( meno comunemente detto Lapislazzuli o Lapis Lazuli ) è una pietra blu scura tra le più preziose e antiche della storia.

La leggenda narra che le tavole di pietra ricevute da Mosè sul monte Sinai fossero di Lapislazzuli.

 

Fra le sue virtù, si annovera anche quella di purificare i cibi.

Le sue virtù per lo spirito e…. Le culture orientali (sumerica, indiana, cinese, persiana, precolombiana )  hanno  attribuito al Lapislazzulo grandi poteri terapeutici. Questa pietra blu ha la fama di creare armonia nei rapporti umani e di  conferire al suo possessore una grande autostima, che lo porta a manifestare apertamente la sua opinione in modo autorevole, ma non autoritario. Questo cristallo permette di riordinare i pensieri incessanti, donando calma e profondità nella meditazione. E’ considerato la pietra dell’amicizia e della verità, poiché facilita l’apertura di tutti i chakra. Il Lapislazzulo  favorisce la chiarezza mentale e apre la strada dell’ illuminazione; è inoltre in grado di aumentare le abilità psichiche e la comunicazione con il proprio sé superiore, portando a un’elevazione spirituale e incrementando sensibilmente l’espressione creativa.  Permette altresì di comunicare con gli spiriti guida. Dona energia al chakra della gola, rendendo più fluida ed efficace la comunicazione. Promuove le amicizie. Calma la persona collerica. Attiva la fiducia in sé stessi. Sviluppa l’intuito. Aiuta i timidi. E’ la pietra della spiritualità.

IMG_1890

Il Lapislazzulo è in grado di rafforzare il sistema scheletrico. E’ un ottimo attivatore  della tiroide, in grado di riequilibrare questa ghiandola sia in caso di iper che di ipotiroidismo. Il suo rasserenante colore blu libera la mente da tensione e ansietà. Questo cristallo è in grado di rendere più veloce la guarigione delle vie respiratorie. Ha un’azione purificante sul sangue,  rendendo più fluida la circolazione nelle vene e  nelle arterie. Rende sicuri del proprio potere personale,  aumentando la vitalità, l’energia mentale,  la virilità.

Facebook